GP Cina: Alonso Ancora in Pole, Davanti a Rosberg e Ricciardo

Seconda sessione di libere: Fernando si conferma e chiude a 141 millesimi dalla Mercedes dell’inglese, con Rosberg terzo e le Red Bull a ruota con Ricciardo 4° davanti a Vettel. Raikkonen attardato: è 7°. Forse il team di Stoccarda non ha mostrato tutto il suo potenziale.

gp cina

Era prevedibile che fosse gloria effimera, quella della Ferrari. Ma la rivale Mercedes non ha perso tempo a spegnere le illusioni sul nascere, cancellando il primo tempo segnato al mattino da Fernando Alonso. Il secondo turno delle prove libere del GP della Cina è stato infatti dominato da Lewis Hamilton, che con le gomme morbide ha fermato il cronometro su 1’38”315, davanti allo spagnolo (1’38”456) e all’altra freccia d’argento di Nico Rosberg (1’38”726), con le Red Bull di Daniel Ricciardo (1’38”811) e del quattro volte iridato Sebastian Vettel (1’39”015) a seguire. Da segnalare l’incidente di Pastor Maldonado (Lotus), che ha urtato il muretto rientrando in corsia box.

OCCHIO AI DISTACCHI — Non bisogna però farsi ingannare dai tempi del venerdì. Pensando che la distanza fra la Ferrari e le rivali si sia accorciata di colpo. La rossa di Alonso infatti ha quasi certamente girato in condizioni più favorevoli, come confermerebbe anche il distacco del compagno Kimi Raikkonen, solo settimo dietro alla Williams di Felipe Massa con 1’39”283, dopo aver perso la mattina per un guasto alla sua F14 T. Le Mercedes, pur essendo davanti, non hanno dato l’impressione di avere ancora mostrato per intero la vera forza, destinata a venire fuori domani in qualifica e soprattutto domenica in gara.

RISCHIO PIOGGIA — Le vetture di Stoccarda prenotano insomma un’altra doppietta, dopo le ultime due consecutive in Malesia e Bahrain e il trionfo solitario di Rosberg nella gara d’apertura a Melbourne. La Ferrari, al cui box oggi ha debuttato il nuovo team principal Marco Mattiacci, ha invece un solo obiettivo a breve termine: limitare i danni, cercando di recuperare terreno e portarsi il prima possibile davanti alla Red Bull e alle altre vetture motorizzate Mercedes (cioè Williams, Force India e McLaren), come ha spiegato il direttore tecnico Pat Fry. Però, in soccorso della rossa, potrebbe arrivare la pioggia, prevista sia domani sia domenica sul circuito di Shanghai. Non resta per Alonso che incrociare le dita.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.