Juventus: I 10 Momenti Decisivi Per La Conquista Dello Scudetto

Una cavalcata trionfale, con appena due sconfitte (contro Fiorentina e Napoli), in un appassionante duello con la Roma. Per la Juventus arriva il terzo scudetto di fila, sempre sotto la guida di Conte, impresa che non riusciva dagli anni Trenta.

I bianconeri sono bravi a tenere il ritmo indiavolato di inizio stagione della squadra di Garcia, poi arriva qualche pareggio di troppo per i giallorossi ed ecco il sorpasso, con la Juve che si prende la vetta senza più mollarla. Fattore decisivo lo Juventus Stadium: fra le mura di casa solo vittorie. Riviviamo i 10 momenti chiave dell’annata bianconera, quella che ha consegnato il terzo scudetto consecutivo.

1^ Giornata , SAMPDORIA-JUVENTUS 0-1: La cavalcata della Juventus verso il terzo scudetto consecutivo inizia nel segno del neoacquisto più atteso Carlos Tevez, il grande colpo del mercato juventino. Dopo la rete in Supercoppa, l’Apache decide anche la prima gara in campionato della banda Conte al 58’ con un tocco sottomisura dopo splendida triangolazione con Vucinic, Vidal e Pogba.

6^ Giornata , TORINO-JUVENTUS 0-1: Un derby scorbutico viene risolto da una rete di Paul Pogba, che ad inizio ripresa ribatte in rete una traversa di Tevez in più che sospetto offside. Juve che in virtù di questi tre punti resta a -2 dalla squadra di Garcia ancora a punteggio pieno.

8^ Giornata, FIORENTINA-JUVENTUS 4-2: La sconfitta più incredibile della stagione che sancisce anche la svolta per la squadra bianconera. Al Franchi, i bianconeri vanno avanti 2-0 con Tevez e Pogba poi crollano nella ripresa sotto i colpi delle giocate di Giuseppe Rossi (tripletta) e Joaquin che ribaltano il match. In testa, la Roma non si ferma e vince anche lo scontro diretto con il Napoli volando a +5 sui bianconeri.

12^ Giornata , JUVENTUS-NAPOLI 3-0: Una delle prove più belle della Juventus 2013-14: allo Stadium, la squadra di Conte travolge la squadra di Benitez con una decisa prova di forza. Apre Llorente, dopo due giri di lancette, poi nella ripresa una punizione di Pirlo e una sassata di Pogba arrotondano il risultato e, sfruttando l’1-1 all’Olimpico della Roma col Sassuolo, si riporta a una sola lunghezza dai giallorossi.

13^ Giornata, LIVORNO-JUVENTUS 0-2: La Juve passa anche al Picchi e mette la freccia, operando il sorpasso sulla Roma (che non va oltre lo 0-0 col Cagliari) ed issandosi al primo posto della classifica, che non mollerà più fino alla fine. Contro i toscani a regalare i tre punti sono Llorente e Tevez.

18^ Giornata, JUVENTUS-ROMA 3-0: Il vero capolavoro del campionato bianconero: al rientro in campo dopo la sosta invernale, la Juve travolge la Roma laureandosi campione d’Inverno, con un turno d’anticipo. Allo Stadium il successo è griffato Vidal, Bonucci, poi Vucinic su rigore cala il tris. ll vantaggio sui giallorossi aumenta così a +8, mentre il Napoli è a 10 lunghezze: i bianconeri prendono coscienza di poter vincere il terzo scudetto di fila.

22^ Giornata, JUVENTUS-INTER 3-1: La Juve travolge anche l’Inter: Lichsteiner, Chiellini e Vidal siglano il tris. Rolando accorcia le distanze, ma non basta. Roma-Parma non si gioca per un’acquazzone torrenziale e la Signora sale momentaneamente a +9 in classifica.

25^ Giornata, JUVENTUS-TORINO 1-0: È la giornata della trombetta di Tevez al Torino. L’argentino decide la stracittadina con un gol meraviglioso, seguito da un’originale esultanza.I granata ci provano, si vedono non assegnare un sospetto rigore per atterramento di El Kaddouri ma devono arrendersi ancora una volta. I giallorossi vincono di misura contro il Bologna e rimangono a -9 con una gara da recuperare.

28^ Giornata GENOA-JUVENTUS 0-1: Le mani di Buffon e un capolavoro su punizione di Pirlo regalano un successo sofferto alla banda di Conte. Il portierone neutralizza un rigore di Calaiò mentre il regista azzurro a tempo scaduto sblocca il match con uno dei suoi tiri imparabili. Non cambiano le prime posizioni: la Roma vince 3-2 contro l’Udinese, il Napoli non sbaglia a Torino.

35^ Giornata SASSUOLO-JUVENTUS 1-3: Sotto il diluvio la Juve espugna il Mapei Stadium in rimonta e chiude i conti per lo scudetto ricacciando la Roma a -8. E’ il successo che sancisce di fatto il trionfo della Juventus.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.