Focus On Tom Ince: Seguirà Le Orme Del Padre?

Alla scoperta di Tom Ince, il giovane esterno offensivo inglese, figlio di Paul, corteggiato dall’Inter, già club di suo padre.

THOMAS CHRISTOPHER INCE | La Scheda
Club Blackpool
Ruolo Ala, attaccante
Data di nascita 30 gennaio 1992
Altezza/Peso 178 cm / 66 kg
Nazionalità Inghilterra
A chi assomiglia Walcott, Aubameyang

La velocità sulle medie distanze, le qualità tecniche, la capacità di leggere lo sviluppo dell’azione e di puntare gli avversari, fanno di Tom Ince una delle migliori ali inglesi nate nei primi anni Novanta. Figlio di Paul, indimenticato campione di Manchester United, Inter e Liverpool, dal padre ha ereditato la forte personalità. Di proprietà del Blackpool, con cui ha giocato 3 stagioni e mezzo in Championship, si mette in evidenza con giocate spettacolari e goal.

A gennaio è stato girato in prestito al Crystal Palace, squadra con cui ha debuttato in Premier League. Il contratto con il Blackpool scadrà il 30 giugno. Ora l’Italia lo chiama: l’Inter infatti, che già aveva scommesso su suo padre, intende dargli una possibilità portandolo in Serie A. E il fatto che lui stesso abbia ammesso: “E’ una cosa seria”, lascia intendere che c’è realmente la possibilità concreta di vedere presto all’opera Tom in Serie A. 

SCUOLA LIVERPOOL – Nato a Stockport il 30 gennaio 1992, Tom Ince inizia a giocare a calcio ad 8 anni. Nel 2000 entra infatti a far parte delle Giovanili della squadra della città nativa. Nel 2004 la svolta, visto che passa aLiverpool. Con i Reds fa tutta la trafila delle Giovanili, finché nel 2010 fa capolinea in Prima squadra, con cui debutta nel corso della partita di Coppa di Lega con il Northampton il 22 settembre.

Subito mette in mostra le sue doti tecniche e la velocità, che gli fanno guadagnare la chiamata prima con l’Under 17, poi con l’Under 19 dell’Inghilterra. Con i Reds però non esordisce in Premier, e a gennaio 2011 viene ceduto in prestito al Notts County, allenato da suo padre Paul. Con i bianconeri in League One colleziona 6 presenze e 2 goal. La prima rete arriva l’11 dicembre contro il Milton Keynes Dons.

L’estate seguente il Blackpool decide di puntare su di lui, e lo acquista a titolo definitivo. In Championship Tom Ince esplode, e realizza ben 31 goal in 100 presenze. Dopo 3 stagioni e mezzo con i Seasiders, a gennaio 2014 viene mandato in prestito al Crystal Palace. Con gli Eagles debutta nel massimo campionato inglese, collezionando 8 presenze e 1 goal, firmato l’8 febbraio scorso nel successo per 3-1 contro il WBA a Selhurst Park. In Nazionale fa il salto in Under 21, con cui ha giocato 13 gare e realizzato 3 goal.

VELOCITA’, TECNICA E POTENZA –  Velocità in progressione, tecnica, controllo di palla e tiro potente sono le qualità migliori di Tom Ince. Il figlio di Paul, mancino naturale, sa essere micidiale quando viene lanciato in contropiede. Come le ali vecchio stampo sa attaccare come pochi la corsia mancina, per poi andare alla conclusione personale o arrivare sul fondo e servire un assist per un compagno.

Nell’uno contro uno è difficile da fermare: con una finta o un cambio di direzione improvviso riesce spesso a ingannare i difensori. Tatticamente è perfetto per il 4-3-3, anche se sa disimpegnarsi pure da seconda punta. Giocando in posizione più centrale può far valere il suo buon tiro, con cui in Championship ha spesso battuto i portieri avversari. A livello caratteriale ha ereditato dal padre una personalità forte che gli dà una certa propensione alla leadership.

IL ‘NUOVO WALCOTT’ – In Inghilerra per le sue caratteristiche hanno accostato Tom Ince a Theo Walcott, l’ala dell’Arsenal, di tre anni più grande, che ha saputo imporsi sia con i Gunners sia con la Nazionale dei Tre Leoni. Una certa somiglianza effettivamente è innegabile, anche se Walcott ha uno spunto migliore sul breve, mentre Ince esprime il meglio sulle lunghe distanze e rispetto al primo è sicuramente più potente.

Per il ruolo e il modo di interpretarlo Tom ricorda anche Pierre Aubameyang del Borussia Dortmund, anche se il giocatore del Gabon ha un fisico più prestante e qualche centimetro in più che lo rende più attaccante rispetto al giovane inglese.

L’INTER NEL DESTINO – Il contratto di Tom Ince con il Blackpool, club proprietario del suo cartellino, scadrà il prossimo 30 giugno, per cui il giocatore è libero di accordarsi con un’altra società. Da tempo l’ala inglese è seguita dall’Inter, già squadra di suo padre Paul, che sembra intenzionata a fare un importante investimento per ‘Il Nuovo Walcott’.

Tom potrebbe così ripercorrere le orme del padre, approdando in nerazzurro a parametro zero. Thohir, insieme a un emissario del club milanese, ha incontrato a Londra nei giorni scorsi il ragazzo e il suo agente per gettare le basi dell’accordo economico. La trattativa sembra ben avviata, e per la chiusura dell’affare sembra essere soltanto un questione di tempo. Tant’è vero che lo stesso giocatore inglese ieri ha dichiarato: “L’interesse dell’Inter è una cosa seria, per me sarebbe un sogno”. Come Paul lo fu per la squadra di Moratti, Tom Ince potrebbe diventare una pedina importante della nuova Inter di Thohir.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.