Mondiali: Verratti A Casa, Dubbio Rossi – Destro

Il ct Prandelli a 9 giorni dall’ufficializzazione dei 23 convocati ha solo tre dubbi da sciogliere: i ballottaggi sono fra Abate-Maggio, Rossi-Destro e Parolo-Aquilani. L’escluso eccellente è Verratti che paga la presenza di tante alternative a Pirlo e la poca propensione a giocare da mezzala. Chance pari a zero di salire sull’aereo per il Brasile anche per Ranocchia, Pasqual e Insigne.

prandelli11

C’è ancora una settimana per giocarsi un posto in Brasile ma i dubbi di Prandelli sui 23 convocati per l’avventura brasiliana sono ormai pochissimi. Per 19 elementi le scelte del ct sono fatte: le incognite sono ridotte al minimo dopo i primi tre giorni di ritiro pre mondiali, dedicati al lavoro sulla forza, che hanno dato risposte importanti al tecnico di Orzinuovi.

UN DUBBIO IN DIFESA – Se tra i pali dubbi non ce ne sono proprio, con Buffon, Sirigu e Perin sicuri di un posto sull’aereo per Rio de Janeiro in difesa gli unici punti interrogativi sono sui laterali di difesa. Certi del posto Barzagli, Bonucci, Chiellini, Paletta e De Sciglio a giocarsi gli ultimi due posti sono in quattro: Abate, Darmian, Maggio e Pasqual. Il capitano viola è reduce da una stagione abbastanza in ombra e salvo miracoli guarderà la rassegna iridata dalla poltrona mentre chi è in netta risalita è Darmian che è reduce da un’annata da protagonista nel Torino e che può essere impiegato indifferentemente a destra e a sinistra sia nella difesa a tre che a quattro. Il vero ballottaggio è insomma fra Abate e Maggio, con il milanista leggermente favorito sul napoletano che è ancora lontano dalla migliore condizione dopo il problema al pneumotorace. Il partenopeo ha però ancora sette giorni per far cambiare idea a Prandelli. Chi invece dopo Europeo e Confederations resterà ancora a guardare è Andrea Ranocchia, Prandelli ha, infatti, spiegato che se ricorrerà alla difesa a 3 non avrà bisogno di un ulteriore centrale perché ha intenzione di arretrare De Rossi in quella posizione. Per questo non ha bisogno di un ulteriore stopper.

CENTROCAMPO: VERRATTI A CASA – Anche a centrocampo resta un solo posto scoperto e a giocarselo sono Parolo, Aquilani e Verratti. Quest’ultimo è il maggiore indiziato a rimanere a casa: nonostante da tutti riconosciuto il sostituto naturale di Pirlo e possa eventualmente agire da vertice alto in un centrocampo a rombo. Verratti paga la poca esperienza nel ruolo di interno di centrocampo e soprattutto la grande abbondanza di centrocampisti che possono sostituire Pirlo senza farlo rimpiangere. Agli occhi di Prandelli: De Rossi, Thiago Motta e soprattutto Marchisio, che ha sostituito il regista bresciano alla grande in questa stagione anche nella Juve, possono non far rimpiangere il numero 21. Con Candreva, De Rossi, Pirlo, Montolivo, Marchisio e il “tuttofare” Romulo certi del loro posto, il favorito per chiudere i giochi in mediana è il parmigiano Parolo: reduce da un’annata monstre da 8 gol e 7 assist.

ATTACCO, BALLOTTAGGIO DESTRO-ROSSI – In attacco la voglia e l’entusiasmo mostrato da Cassano in questi tre giorni di test a Coverciano hanno letteralmente tolto tutti i dubbi a Prandelli che porterà Fantantonio in Brasile al 100%. Inamovibili Balotelli, Immobile e Cerci l’ultimo posto se lo giocano Destro e Rossi, con Pepito che si giocherà tutto in queste sette giorni dovrà dimostrare a Prandelli e al suo staff di non avere paura di forzare il contrasto e di rincorrere gli avversari anche forzando il tackle e il contrasto duro. Rossi, insomma, dovrà mostrare al ct azzurro di non aver paura di nulla. Se lo dimostrerà l’ultimo posto sull’aereo per Manaus sarà suo altrimenti spazio allo stoccatore Destro con Insigne più defilato e praticamente fuori dal radar.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.