Mondiali 2014: Verso Inghilterra – Italia

Il Mondiale è alle porte e per l’Italia di Cesare Prandelli continua il percorso di avvicinamento al match di apertura di Sabato contro l’Inghilterra.


italia_inghilterra_small

VERRATTI RECUPERA – Marco Verratti ha smaltito la febbre e ha ripreso ad allenarsi con la squadra. Il centrocampista del Paris Saint Germain sarà quindi disponibile per l’esordio di sabato con l’Inghilterra, match nel quale, presumibilmente, l’ex Pescara sarà schierato come titolare, insieme a Pirlo.

JUNINHO PERNAMBUCANO INCONTRA PIRLO – Prima dell’allenamento odierno, la Nazionale ha ricevuto a sorpresa la visita di Juninho Pernambucano: per l’ex centrocampista brasiliano, classe 1975, ritiratosi a gennaio, foto (foto Figce scambio di maglia con Andrea Pirlo. Sapere che Pirlo si ispira al mio modo di calciare le punizioni, per me, è come aver vinto uno scudetto. Vuol dire che qualcosa di buono in carriera l’ho fatto”, ha spiegato l’ex giocatore del Lione.

IN ALLENAMENTO, SCONTRO CHIELLINI-CERCI – In partitella, l‘unico gol è stato di Marchisio, dopo una respinta corta di Mirante su tiro di Balotelli. Per alcuni minuti, clima da partita vera e contrasto duro fra Cerci e Chiellini, con il difensore che è rimasto a terra per qualche secondo. A gioco ripreso, in ogni caso, cenno d’intesa tra i due.

IL CAMBIO DI MODULO – Immerso nel lavoro tattico per cementificare la fase difensiva, il commissario tecnico della Nazionaleè ancora alle prese con la possibilità di un cambio di modulo in corsa. Tutto ruota attorno al nome e soprattutto alla condizione atletica di Marco Verratti febbricitante nella giornata di ieri. Ciò che filtra dal ritiro azzurro è che in vista del match d’esordio contro l’Inghilterra, Prandelli sta studiando un’Italia a due facce. Quella con Verratti, appunto, prevede il consolidato 4-1-3-1-1 con De Rossi disposto a schermo difensivo, Candreva alle spalle di Balotelli e la linea a tre di centrocampo formata da PirloMarchisio e lo stesso Verratti. Se il talento del PSG non dovesse farcela, invece sarà un altro parigino a scendere in campo da titolare nel 4-3-2-1 italiano: Thiago Motta. Con l’italobrasiliano fra i titolari Prandelli abbasserà il raggio di azione di Pirlo e dello stesso Motta al fianco di De Rossi alzano, allo stesso tempo la posizione di Marchisio che si alternerebbe con Candreva alle spalle di Balotelli.

CERTEZZA DARMIAN – Chi ha convinto al 100% il ct in questo mese di avvicinamento al Mondiale è il terzino del Torino Matteo Darmian. Da vera meteora dei 30 preconvocati alla titolarità della corsia di destra il passo è stato fin troppo breve. Abateancora non convince per tenuta tattica e fisica e lo straordinario momento del ragazzo di Rescaldina lo vedrà scendere in campo con naturale certezza contro l’Inghilterra.

PRANDELLI IN PELLEGRINAGGIO – Così come avvenne durante gli Europei 2012, Cesare Prandelli ha programmato un pellegrinaggio nei luoghi sacri del Brasile in caso di passaggio del turno. Se gli Azzurri taglieranno il traguardo degli ottavi di finale, infatti, il ct e il suo staff si recheranno, al Santuario mariano di Nostra Signora di Aparecid a San Paolo. La data è già fissata: il 25 giugno dopo la partita, che potrebbe rivelarsi decisiva, contro l’Uruguay

WELBECK OUT – Buone notizie per il c.t Cesare Prandelli. Secondo le ultime notizie arrivate dal ritiro dell’Inghilterra l‘attaccante del Manchester United Danny Welbeck salterà il match di sabato notte. Il giocatore ha abbandonato l’allenamento a causa di un problema muscolare alla coscia. Secondo la stampa inglese il favorito per sostituirlo è Raheem Sterling, attaccante 19enne del Liverpool.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.