Mondiale 2014: i Voti Degli Azzurri

Dopo un’attesa durata quattro anni, vogliosi e speranzosi in cerca di un riscatto dal disastroso Mondiale sudafricano, siamo già a casa. Eliminati nel girone, proprio come quattro anni or sono…

pagelle italia

Andiamo ad analizzare la prestazione degli azzurri in  queste tre partite, con un occhio di riguardo anche al timoniere, Cesare Prandelli.

BUFFON: 6,5. Salta il primo match contro l’Inghilterra e si ripresenta contro il Costa Rica, dove non deve compiere grandi parate. Ci tiene a galla fino all’81, invece, contro l’Uruguay, dove è autore di 2/3 grandi parate.

SIRIGU: 7. Gioca solo la prima partita ma gioca davvero bene. Il dopo Buffon è già pronto.

DARMIAN: 6,5. Bella scoperta! Entra quasi a sorpresa negli 11 titolari contro l’Inghilterra e risulta uno dei migliori. Discreto contro il Costa Rica, soffre contro l’Uruguay. Un buon giocatore da cui ripartire per il futuro.

ABATE 4,5: Gioca una sola partita ed è un mezzo disastro. Contro il Costa Rica ne azzecca davvero poche. A sua discolpa possiamo dire che in pochi si son salvati in quella partita…

CHIELLINI: 5,5. Balla sia contro l’Inghilterra, sia contro il Costa Rica, dove si perde Ruiz nel gol che, di fatto, ci ha eliminato. Lotta coem un leone contro l’Uruguay, dove prende pure un morso!

BARZAGLI: 6,5. Senza di lui probabilmente saremmo stati eliminati già prima. Non sempre sicurissimo, compie però alcuni interventi miracolosi (memorabile quello contro gli Inglesi). Uno dei pochi ad avere la coscienza pulita.

BONUCCI: 5. Rispolverato nel match decisivo contro Suarez & Co., appare troppo traballante. Colpe anche sul gol di Godin.

PALETTA: 4,5. Titolare contro l’Inghilterra, si brucia tutte le chance con un match fatto di incertezze e sbagli. Da ottimo difensore a brocco in 90’…Mah…

DE SCIGLIO: 5,5. Un infortunio lo tiene fermo nelle prime due gare. Rientra contro l’Uruguay e non gioca benissimo. Ma prova comunque fino alla fine a mettere qualche cross decente. Un altro dal quale ripartire.

CANDREVA: 6. Bene nel primo incontro (assist per Balotelli), male contro il Costa Rica, in panchina contro l’Uruguay. Non sarebbe stato più utile lui di Parolo al posto di Balotelli?

DE ROSSI: 5,5. Sufficiente contro l’Inghilterra, si conforma al livello generale contro il Costa Rica, dove si infortuna pure. Da uno come lui giusto aspettarsi di più.

PIRLO: 6,5. Tra i pochi a salvarsi. Splendido match contro l’Inghilterra, sufficiente contro il Costa Rica, dove per due volte manda Balotelli davanti al portiere. Se non ha compagni di reparto che corrono anche per lui fa fatica.

VERRATTI: 6,5. Altra nota positiva. Non benissimo contro gli inglesi, panchina nella seconda partita, il migliore contro l’Uruguay. Personalità e voglia. Bene così!

THIAGO MOTTA: 4,5. Perchè? Perchè Thiago Motta è in nazionale? Davvero non c’era nessuno di meglio da convocare? Cammina in campo come ormai da diversi anni, rallentando (ulteriormente) il gioco. Siamo andati pure a naturalizzarlo…

MARCHISIO: 5,5. Eroe contro l’Inghilterra, sembra soffrire più di altri il clima brasiliano nei match delle 18:00. L’impegno, almeno, c’è.

CERCI: 5. Ok, gioca così poco che poteva benissimo essere un s.v. Ma in un Mondiale devi sfruttare ogni occasione e contro il Costa Rica ha fallito.

INSIGNE: 4,5. Vale lo stesso discorso di Cerci, con mezzo voto in meno perché è stato veramente disastroso contro il Costa Rica.

PAROLO: 5,5. Schierato un po’ a sorpresa nel secondo tempo nel match di ieri, non incanta ma le colpe non sono solo sue. Sicuri sia da nazionale?

CASSANO: 5. Portato nei 23 a discapito, ad esempio, di Destro, quando viene chiamato in causa non incide. Da lui ci si aspetta sempre quel qualcosa in più che puntualmente non avviene. Altra convocazione abbastanza inspiegabile.

BALOTELLI: 4,5. Sufficiente contro l’Inghilterra grazie al gol, disastroso nei due match successivi. Contro il Costa Rica ha due ottimo occasioni che fallisce, condannandoci all’eliminazione. Due ammonizioni in tre gare, il vizio non lo perde. Giocatore sopravvalutato? Io penso di sì.

IMMOBILE: 5. Spezzone contro l’Inghilterra e titolare contro l’Uruguay. Non la vede quasi mai, causa, anche, un modulo iperdifensivo. Da rivedere assolutamente.

PERIN, AQUILANI: s.v. Spettatori non paganti.

PRANDELLI: 2. Il vero artefice di questo disastro. Imbottisce la rosa di trequartisti, salvo quasi mai farli giocare. Lascia a casa Destro (13 gol in 20 partite) per portare Insigne (o Cassano). Gioca con un 4-5-1 di rara bruttezza. E il risultato si è visto. 3 tiri in porta contro il Costa Rica (uno su punizione), 1 tiro in porta contro l’Uruguay (sempre su punizione). Cosa si poteva pretendere da un allenatore che non ha mai vinto nulla? Per fortuna sono arrivate le dimissioni.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.