Le Statistiche Più Particolari Dei Mondiali 2014

Dall’implacabile trappola del fuorigioco predisposta dalla Costa Rica, al portiere assist-man Rais M’Bohli passando per i sette minuti fatali all’Argentina: ecco il jukebox delle statistiche più strane del Mondiale brasiliano (Dati Opta).

autogol marcelo croazia brasile mondial 2014

Abbiamo raccolto quindici cartoline di un Mondiale ad alto tasso di spettacolarità e di innovazione, eccole:

– I giocatori della Costa Rica hanno messo 41 volte gli avversari in fuorigioco: record in questa edizione dei Mondiali.

2 – Quello di Marcelo contro la Croazia è stato il primo autogol di un giocatore brasiliano nella storia dei Mondiali.

– In tutto il Mondiale, l’Argentina è stata in svantaggio per appena sette minuti: quelli decisivi della finale.

– L’Iran è diventata la prima Nazionale a concedere un gol ai Mondiali sia a Messi sia a Cristiano Ronaldo.

5 – Jasper Cillessen è diventato il primo portiere a essere stato sostituito due volte in un’edizione della Coppa del Mondo.

– Julian Green ha segnato con il suo primo tocco palla in assoluto ai Mondiali (vs Belgio).

7 – Il portiere algerino Rais M’Bolhi ha creato due occasioni da gol: solo tre compagni di squadra hanno fatto meglio in questo Mondiale.

8 – Fabio Capello ha vinto solo una delle sette partite giocate ai Mondiali da allenatore.

– Xherdan Shaqiri ha segnato la prima tripletta tutta di sinistro ai Mondiali (dal 1966 a oggi).

10 – Diego Benaglio è stato l’unico portiere di questi Mondiali a tentare un tiro in porta: nei minuti finali della partita contro l’Argentina.

11 – Quello sventolato ad Alex Song è stato l’ottavo cartellino rosso per un giocatore del Camerun ai Mondiali. Il suo parente Rigobert Song è uno dei due giocatori (assieme a Zidane) ed essere stato espulso due volte in questa competizione.

12 – 32 i gol segnati da giocatori entrati dalla panchina: record in una singola edizione dei Mondiali.

13 – L’Honduras è la Nazionale che ha giocato più partite senza mai vincere nella storia dei Mondiali, nove: Nuova Zelanda, El Salvador e Bolivia sono a sei.

14 – Nei 126 minuti giocati in questo Mondiale, Diego Costa non ha indirizzato alcun tiro nello specchio della porta avversaria (5 conclusioni in totale).

15 – Nella gara contro la Grecia, il Giappone ha tenuto il 74.3% di possesso palla: un record per i nipponici nella storia della Coppa del Mondo.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.