Genoa – Roma, Negli Spogliatoi è Successo Di Tutto: Spintoni, Schiaffi, Calci…

Il comunicato ufficiale del Giudice Sportivo racconta ciò che è accaduto nel tunnel dello stadio ‘Marassi’ al termine della sfida tra Genoa e Roma.

genoa roma schiaffi calci squalifiche

Calci, spintoni, schiaffi, gestacci, bottigliette, squalifiche. Lunghi strascichi quelli che sta portando con sè Genoa-Roma, match vinto dai giallorossi per 0-1 ma conclusosi con una assoluta bagarre.

Al fischio finale, Diego Perotti ha colpito con un calcione da dietro a palla lontana Josè Holebas, scatenando la reazione del greco, trattenuto a forza dai compagni. La tensione è poi sfociata in un parapiglia all’interno del sottopassaggio del ‘Ferraris’ ed oggi il Giudice Sportivo, attraverso un comunicato ufficiale, ha comunicato i provvedimenti e di conseguenza ‘raccontato’ l’accaduto.

Diego Perotti è stato sanzionato attraverso la prova televisiva: 3 i turni di squalifica comminati all’esterno d’attacco del Genoa, da sommare ad un altro turno scattato dopo il giallo ricevuto per fallo di mano, ricevuto dopo essere già in diffida. Sanzionati, però, anche il calciatore “vittima” del calcio, cioè Holebas (1 turno per lui) ed anche il tecnico della Roma, Rudi Garcia (stop di 2 giornate).

Il comunicato spiega il perché: “1) Al termine della gara, mentre le squadre e gli Ufficiali di gara procedevano al rientro negli spogliatoi, dalla tribuna sovrastante l’ingresso negli spogliatoi stessi, numerosi sostenitori del Genoa effettuavano un nutrito e prolungato lancio di oggetti di varia natura (bottigliette, monete, accendini e così via) all’indirizzo dei calciatori della Roma e degli Ufficiali di gara (nonché degli stessi collaboratori della Procura federale), con concreto pericolo per la loro incolumità; 104/294

2) nell’uscire dal recinto di giuoco, il calciatore giallo-rosso Holebas Jose Lloyd indirizzava platealmente al pubblico un gesto provocatorio ed insultante;

3) al rientro negli spogliatoi, il coordinatore degli stewards in servizio nello stadio dichiarava: “al termine della gara mentre insieme ai miei collaboratori tiravo fuori il tunnel di protezione dell’ingresso spogliatoi, venivo aggredito dal tecnico della Roma Rudi Garcia il quale strattonandomi provava a tirarmi uno schiaffoverso il viso, che schivavo senza essere colpito. Subito dopo il sig. Garcia veniva allontanato da persone li presenti. Contemporaneamente un signore con addosso la tuta della Roma a me ignoto strattonava me ed un mio collaboratore, attingendoci anche con uno sputo che colpiva me stesso all’altezza del viso”. Tale dichiarazione trovava un puntuale riscontro nelle analoghe dichiarazioni rese da altri due stewards.

4) successivamente, i collaboratori della Procura federale, al fine di procedere ad una ricognizione fotografica onde identificare il responsabile del deplorevole gesto, richiedevano agli accompagnatori ufficiale della squadra romana di esibire le “tessere di riconoscimento” dei tesserati presenti, ma tale richiesta veniva respinta dichiaratamente “per ordine del direttore generale della Soc. Roma”.

Insomma, è stata la testimonianza di uno steward a determinare la squalifica di Rudi Garcia, mentre alla Roma è stata comminata una sanzione di 20.000 euro per via del rifiuto, ordinato dal dg Baldissoni, di mostrare le tessere di riconoscimento che avrebbero potuto ricondurre al colpevole dello sputo incriminato.

30.000 euro, invece, la sanzione inflitta al Genoa per la “condotta violenta dei propri sostenitori… sanzione attenuata… per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di
vigilanza”.

Insomma, un vero e proprio caos destinato a non concludersi qui…

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.