La Formazione Top Della Serie A 2014/15

Dopo aver visto gli 11 giocatori più deludenti di questa prima parte di Serie A 2014/15, andiamo a scoprire chi sono stati quelli col rendimento più alto.

teveztoro

MATTIA PERIN (GENOA) – Nessun dubbio sul miglior portiere di questa prima metà di stagione: al primo posto per media-voto nel Goal Ranking e nei principali quotidiani sportivi d’Italia, sta vivendo l’anno della consacrazione.

IGNAZIO ABATE (MILAN) – Il terzino rossonero è tornato a grandissimi livelli in questa stagione: 5 assist per lui finora, solo un infortunio ha frenato la sua corsa, che lo ha riportato dritto in Nazionale.

DANIELE RUGANI (EMPOLI) – Era atteso come una delle possibili sorprese del campionato e non ha deluso: certezza dell’Empoli di Sarri, ha già raggiunto la Nazionale maggiore.

LEONARDO BONUCCI (JUVENTUS) – A tre o a quattro non importa: Bonucci si è confermato anche quest’anno un autentico pilastro della difesa della Juventus. Suo il goal fin qui più importante della stagione, nello scontro diretto con la Roma.

LUCA ANTONELLI (GENOA) – Capitano e simbolo del Genoa di Gasperini, candidato a pieno titolo ad un posto nelle Coppe Europee nella prossima stagione. Già 3 goal per lui, tra cui quello pesantissimo contro il Milan.

JOSE’ CALLEJON (NAPOLI) – Se il Napoli, nonostante tante difficoltà, è in corsa per il terzo posto è soprattutto merito dello spagnolo, che ha trascinato gli azzurri nella prima fase della stagione con 8 goal.

PAUL POGBA (JUVENTUS) – Terminati gli aggettivi per il fenomeno francese, tra i migliori per media-voto nel Goal Ranking: probabilmente la stella più luminosa della Serie A

RADJA NAINGGOLAN (ROMA) – Arrivato a Roma per essere un’alternativa di lusso ai titolari, è diventato l’unico vero insostituibile della Roma di Garcia: garanzia assoluta di rendimento.

JEREMY MENEZ (MILAN) – Scommessa a costo zero della coppia Inzaghi-Galliani, è diventato in pochi mesi il leader assoluto del nuovo Milan. Da ‘falso 9’ ha trovato quella continuità di rendimento che gli è sempre mancata in passato.

PAULO DYBALA (PALERMO) – La vera rivelazione di questa prima metà di stagione: il talento dell’argentino era noto a tutti ma in pochi si aspettavano un’esplosione così fragorosa dopo un’annata senza grossi acuti in Serie B.

CARLOS TEVEZ (JUVENTUS) – Capocannoniere della Serie A, trascinatore della Juventus capolista, ha ritrovato anche la Nazionale: per l’Apache una stagione fin qui da incorniciare.

ALLENATORE:

SINISA MIHAJLOVIC (SAMPDORIA) – Se la Samp è, insieme al Genoa, la grande sorpresa della stagione è merito soprattutto delle idee, della leadership, del coraggio di Mihajlovic: i risultati sono frutto della forza del gruppo più che dei singoli, da sempre uno dei punti principali del Sinisa-pensiero.

Siete d’accordo con le nostre scelte? Attendiamo le vostre opinioni!

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.