Conte Già Stufo Di Fare il CT: Milan e PSG Lo Corteggiano!

La questione degli stage potrebbe segnare l’inizio della fine nel rapporto tra Conte e la Nazionale. E se in estate dovessero bussare PSG o Milan tutto diventerebbe possibile.

convocazioni conte

Ieri mattina l’ufficialità: la Figc, consultandosi con Antonio Conte, ha deciso di annullare lo stage della Nazionale, evento programmato tra il 9 e 11 febbraio. Missione fallita. E chi conosce l’allenatore salentino, motivato come non mai a cambiare il sistema calcio nostrano, sottolinea come qualcosa non stia funzionando alla perfezione. Le premesse iniziali erano altre, tante parole dopo il fallimento in Brasile, pochi fatti.

Conte, la cui avventura sulla panchina azzurra – sotto il profilo dei risultati – è partita nel migliore dei modi, intende dare una svolta all’intera macchina organizzatrice, mettendo sul piatto idee fresche e, soprattutto, tanto entusiasmo. Ma ciò non basta e, combattere con le pistole ad acqua, non è una prospettiva che entusiasma l’ex tecnico della Juventus. E qui, sostanzialmente, nasce un’altra storia.

O meglio: una storia nella storia. Il selezionatore italiano non è uno che molla facilmente, crede fortemente nel suo progetto tattico e, seppur il nostro calcio non stia attraversando oggettivamente un bel momento, è convinto di poter ottenere risultati interessanti in vista di Francia 2016. Il lavoro del suo staff è certosino, Massimo Carrera, Angelo Alessio e Mauro Sandreani setacciano spunti interessanti con cadenza settimanale, fase di scouting molto attiva, necessaria per cercare di inventarsi qualcosa di diverso.

E Conte, da grande professionista qual è, ha capito perfettamente il concetto: se la dovrà cavare da solo. Come? Ingegnandosi. Qualora dovesse stufarsi prima del previsto, e l’addio alla Vecchia Signora nel secondo giorno di ritiro  testimonia come quella calcistica sia da sempre materia volubile, il castello potrebbe crollare da un momento all’altro. Insomma, bisogna aspettarsi di tutto.

I retroscena sull’addio di Conte alla Juventus sono molteplici, c’è chi dice che abbia influito il corteggiamento milanista, mentre altre teorie si basano su ipotetiche sirene estere.

La verità, secondo quanto raccolto da Goal Italia, sta nel mezzo. Un solo club, infatti, ha concretamente lavorato su questa pista: il Monaco. Il resto semplici chiacchiericci rimasti tali.

Milan, ovviamente, compreso. Ma in estate i giochi potrebbero clamorosamente riaprirsi, i rossoneri valuteranno in queste settimane il percorso di Filippo Inzaghi e, se le cose non dovessero andare bene, il nome del condottiero leccese potrebbe entrare seriamente nel mirino dell’a.d. Adriano Galliani. Da non escludere, inoltre, un possibile inserimento del Paris Saint-Germain. I transalpini un primo contatto su questo fronte l’hanno fatto registrare, la panchina di Laurent Blanc non è poi così salda, piazza che potrebbe intrigare l’attuale c.t. azzurro.

Conte, pur non essendo riuscito finora ad imporre il suo modus operandi, va avanti per la propria strada, conscio di poter diventare – a stretto giro di posta –  un profilo appetibile per diverse panchine. Un timido sondaggio a tinte rossonere c’è stato. Così come a Parigi, tra le varie opzioni, hanno inserito anche quella salentina. Giochi aperti.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.