Calciomercato Juventus: Incontro Col Bayern Per Pogba

Inizio settimana a Stoccolma per l’ECA (European Club Association), l’associazione dei grandi club europei. Fra i partecipanti, ci sono alcuni dirigenti del nostro calcio, fra i quali Andrea Agnelli, presidente della Juventus, Marco Fassone e Roberto Samaden, in rappresentanza dell’Inter, e Franco Collavino, direttore generale dell’Udinese Calcio.

pogba

Come riferisce Tuttosport, ieri Agnelli, insieme a Karl-Heinz Rummenigge (presidente dell’ECA), ha incontrato il Commissario UE Tibor Navracsics, per un costruttivo dibattito su temi quali il buon governo delle federazioni, il fairplay finanziario, le terze parti proprietarie, il dialogo sociale e il rapporto tra club e giocatori.

IL BAYERN PUO’ SPENDERE 100 MILIONI – Come sempre però, quando si incontrano dirigenti di grandi club, non può mancare anche il capitolo mercato.

E se nello stesso giorno un cui si incontrano Agnelli e Rummenigge, che oltre a occuparsi dell’ECA per mestiere cura anche il mercato del Bayern Monaco, un altro dirigente del club campione di Germania rilascia un’importante dichiarazione in chiave mercato, è facile pensare che sottotraccia qualcosa si stia muovendo. L’uscita è di Jan-Christian Dreesen, direttore finanziario del Bayern, ai microfoni d Kicker: “Sì, potremmo spendere 100 milioni per un solo giocatore“.

RAIOLA L’AVEVA DETTO – E quando si parla di 100 milioni associati a un calciatore, in questo periodo il pensiero non può che andare a Paul Pogba, 22enne stella della Juventus e della nazionale francese, quel Pogba il cui procuratore, Mino Raiola, ha indicato il Bayern Monaco fra le pochissime società al mondo che potrebbero permettersi di acquistare il suo assistito. Ieri il Barcellona, oggi il Bayern Monaco, senza dimenticare l’interesse sempre presente di Real Madrid, Paris Saint Germain e Manchester City. Ogni giorno il capitolo Pogba si arrichisce di un nuovo particolare, per completare un quadro del quale, ovviamente, fa parte anche l’ipotesi che la Juve, alla fine, possa anche decidere di resistere agli assalti ancora per un anno.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.