Finale Champions League, Verso Juventus – Barcellona: Le Parole Dei Protagonisti

Meno tre. Conto alla rovescia per l’attesissima finale di Champions League che sabato sera vedrà la Juventus sfidare il Barcellona all’Olympiastadion di Berlino per centrare il Triplete.

champions-league-final-2015 juventus barcellona

LUCHO INVITA TOTTI – Il quotidiano catalano Mundo Deportivo rivela che Luis Enrique ha invitato Totti a Berlino. Il capitano della Roma ha accettato la proposta dell’allenatore spagnolo del Barcellona. Sabato sera allo stadio ci saranno anche l’amministratore delegato rossonero Adriano Galliani e il presidente dell’Inter, ErickThohir insieme a Javier Zanetti. 

POLPO VELENOSO – Il centrocampista francese della Juventus, Paul Pogba ha dichiarato: “Allegri, io non gigioneggio, sono fatto così. Il Manchester United? Sono felice alla Juve. Il Barça? Mi piace… vederlo perdere”.

HOTEL CINQUE STELLE – La Juventus alloggerà all’hotel Regent di Berlino.

PIRLO: ‘MAI PIU’ COME A ISTANBUL’ – Andrea Pirlo, intervistato dal Mirror: “So cosa vuol dire vincere una Champions League, ma so anche cosa vuol dire perderne una. La sconfitta di Istanbul contro il Liverpool non è solo uno dei ricordi peggiori della mia carriera, ma nella mia vita. Ci penserò sabato prima di giocare, userò quella sensazione come ispirazione perché non ho voglia di sentirmi in quel modo dopo una partita“.

22.40 CRUIJFF: ‘JUVE SQUADRA COMPLICATA’ – Anche Johan Cruijff, ex giocatore e allenatore del Barcellona, ha parlato della sfida di sabato tra i blaugrana e la Juventus: “I bianconeri sono una squadra complicata da affrontare, – le parole delProfeta del gol a Sport.es – hanno due giocatori davanti molto pericolosi,  Pirlo, che è il migliore al mondo per velocità di esecuzione, e sono anche molto organizzati in difesa. Un consiglio a Luis Enrique? Deve cercare di togliere la pressione ai suoi giocatori“.

22.00 PIQUE’: ‘TEVEZ DIFFICILE DA FERMARE’ – A quattro giorni da Juventus-Barcellona, in casa blaugrana parla anche Gerard Piqué, come si legge su El Mundo Deportivo: “Triplete? No sé.. Secondo me possiamo vincere, ma dobbiamo stare con i piedi per terra. Sappiamo che la Juventus è un avversario difficile da affrontare, tutti ci danno per favoriti ma siamo consapevoli che non sarà facile. Tevez? Che carattere che ha. Non parlavamo benissimo inglese al Manchester United, e anche per quello abbiamo avuto un buon rapporto. Poi anche con Evra, con Cristiano Ronaldo… C’era un bel gruppetto che parlava spagnolo. Ricordo che Carlos aveva un grande carattere ma era anche un ottimo calciatore. Un vincente, difficile da fermare. Vincere contro Morata sarebbe ancora più speciale? No, il sapore della vittoria non cambia. Morata è in forma e lo stiamo vedendo, si è visto anche contro il Real Madrid. La Juve ci aspetterà per poi ripartire con Tévez, con Morata, e poi a centrocampo ci sono calciatori come Marchisio, Pogba, Pirlo. Senza contare la forza fisica in difesa. Sono una squadra pericolosa sicuramente”.

18.30 LICHTSTEINER: ‘POSSIAMO FARE MALE AL BARCELLONA’ – ‘In casa Juve, a quattro giorni dalla finale di Champions con il Barcellona, parla Stephan Lichtsteiner: “Io personalmente penso che il Barcellona sia favorito perché è un gruppo che ha già vinto un paio di Champions League – spiega a Sky -.  Un gruppo che gioca ogni anno per vincere la Champions League. Credo che per quello il Barcellona è sicuramente favorito. Però ce la giochiamo comunque. Ma comunque la finale la vuoi vincere e la pressione c’è per tutti e due. Credo che tutti e due stiamo bene, visto anche la finale che hanno fatto pochi giorni fa. Sono in formissima anche loro e diventa una grande partita”. Lo svizzero prosegue: “Non sono fortissimi solo gli attaccanti del Barcellona, ma anche il centrocampo e i difensori è un’ottima squadra e giustamente è una squadra che si può dire delle migliori al mondo. Quindi dobbiamo fare tanta attenzione. Poi noi abbiamo un’ottima squadra e possiamo fargli male e quindi diventa una bella partita“.

18.00 NEYMAR, MESSAGGIO A BUFFON – Durante il media day del Barcellona, Neymar lancia un messaggio a Gianluigi Buffon: “Buffon, sono un tuo grande fan, ti rispetto molto, ma sabato spero che vinceremo noi, un abbraccio!”, spiega l’attaccante brasiliano a Sky.

16.50 LLORENTE CI CREDE – Intervenuto ai microfoni di Sky Sport Fernando Llorente ha fatto il punto sulla finale di Champions League che attende la Juventus nella giornata di sabato: “Penso che arrivati a questo punto dobbiamo goderci il momento e divertirci in questa settimana e prepararla nel miglior modo possibile. Già è un qualcosa di grande l’essere qua, poter giocare questa finale. Poi sappiamo che è molto difficile, perché affrontiamo la squadra più forte del momento, con dei giocatori magnifici che fanno la differenza. Ma soprattutto questi tre attaccanti: Messi, Neymar e Suarez che veramente stanno facendo una stagione incredibile. Poi Messi è un extraterrestre penso che sta marcando un’epoca del calcio. Speriamo di fare una partita e di cercare di vincere. Il Barcellona l’ho visto soffrire quando l’hanno aspettato. Ma non puoi giocare tutta la partita ad aspettare, perché alla fine ti fanno gol. Allora penso che ci saranno tanti momenti, dove dovremmo fare quello, perché non c’è altra possibilità. E dobbiamo farlo nel miglior modo, difendendo tutti uniti senza perdere la concentrazione neanche un attimo, perché questi giocatori appena fai un errore ti fanno un casino”.

14.30 LE PAROLE DI LUIS ENRIQUE – Intervenuto nel corso del Media Day, il tecnico del Barcellona, Luis Enrique, ha parlato della sfida di sabato sera soffermandosi anche sul proprio imminente futuro: “La Juventus non è arrivata in finale per caso, è una squadra brillante e che segna molti gol. Ha fatto una stagione eccellente. I tifosi del Barça, soprattutto nelle finali, si fanno sentire molto e non si arrendono fino alla fine. Sono tra i migliori e anche se saranno in minoranza canteranno più forte. Non ho alcun dubbio riguardo al fatto che Messi possa fare gol contro chiunque. Il mio futuro comunque non dipende dal risultato di sabato, io sono lo stesso che ha iniziato la stagione“.

Il tecnico blaugrana aggiunge: “La Juventus ha giocatori di peso. Mi interessa che Pirlo non giochi tanto la palla perché conosciamo la sua qualità. Ma non è l’unico, anche Pogba è un giocatore indiscutibile. Dovremo dimostrare sul campo di essere favoriti. Alla fine della partita vedremo chi era il favorito prima. Noi cercheremo di tenere palla, come sempre, e non snatureremo il nostro gioco: abbiamo affrontato e battuto avversari di ogni campionato”.

14.00 JUVE-BARCELLONA I QUARTI DI FINALE DEL 2003 E GLI APPUNTI DI LIPPI – E nella RoadToBerlin la Juventus ha voluto rilanciare una chicca per i propri tifosi presente all’interno dello JMuseum. Insieme alla maglia del 22 febbraio 2003 di Charles Puyol, infatti, lo staff bianconero ha voluto inserire gli appunti di Marcello Lippi che portarono alla vittoria per 2-1 nei tempi supplementari dei quarti di finale di Champions League grazie al gol di Zalayeta.

E per questo super match, non poteva mancare il divertente pronostico/simulazione dei nostri amici di Gameplay Supermarket:

 

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.