Finale Champions League, Verso Juventus – Barcellona: Chiellini Out, Iniesta Ok

Meno due. Conto alla rovescia per l’attesissima finale di Champions League che sabato sera vedrà la Juventus sfidare il Barcellona all’Olympiastadion di Berlino per centrare il Triplete.

champions-league-final-2015 juventus barcellona

BOLLETTINO MEDICO – Ultimo giorno di lavoro a Vinovo, prima della partenza per Berlino. La Juventus continua la preparazione della finale di Champions e questa mattina i bianconeri si sono concentrati sulla tattica in vista della gara dell’Olympiastadion.
Alla seduta non ha preso parte Giorgio Chiellini che, in seguito al fastidio al polpaccio accusato durante la seduta di ieri, oggi è stato sottoposto ad accertamenti. Gli esami hanno evidenziato una lesione di primo grado del muscolo soleo della gamba sinistra e pertanto il difensore non sarà disponibile per la gara contro il Barcellona.
Domani mattina la squadra partirà per Berlino e sosterrà all’Olympiastadion l’allenamento di rifinitura, aperto ai media, scendendo in campo alle 17.45. Un’ora prima, alle 16.45, nella sala stampa dell’impianto Massimiliano Allegri, Gigi Buffon e Leonardo Bonucci incontreranno i giornalisti.
Toccherà poi al Barcellona, che, sempre allo stadio, terrà la per la conferenza stampa di vigilia alle 18.45 e si allenerà alle 19.45.

CONVOCATI – Il Barcellona ha convocato tutta la rosa, 26 giocatori, per la finale di Champions League di sabato contro la Juventus: c’è Iniesta, ci sono 23 della prima squadra più i tre giovani Munir, Sandro e Samper.

PEDRO BLINDATO – Il Barcellona blinda Pedro Rodriguez. Come comunicato dal club catalano attraverso i propri canali ufficiali, l’attaccante spagnolo si è accordato per rinnovare il suo contratto (in scadenza tra un anno nel 2016) fino a giugno 2019. La firma arriverà nei prossimi giorni, la clausola di rescissione rimane fissata a 150 milioni di euro.

CHIELLINI OUT – Brutta notizia per la Juventus: il difensore Giorgio Chiellini non sarà a disposizione di Allegri per via di un infortunio muscolare al polpaccio rimediato nell’allenamento di ieri.

PLATINI ARBITRO – Il presidente dell’Uefa, Michel Platini ha dichiarato al Mundo Deportivo: “Chiaramente sono juventino, ma devo essere neutrale e tiferò per l’arbitro. Il Barcellona mi piace molto, fin dai tempi di Cruijff. Xavi e Iniesta? Pagherei per giocare con loro. A Berlino si affrontano due grandi squadre, spero sia una bellissima finale. Messi è capace di sorprenderti sempre con una giocata o un tiro che nessun altro è capace di fare, ma è anche utilissimo per tutta la squadra. La sfida tra i due reparti di centrocampo sarà spettacolare e potrebbe rivelarsi decisiva per l’esito della finale. Pirlo ha grandissima qualità ed esperienza, dà un grandissimo contributo con i suoi assist e i calci da fermo. Pogba? È ancora molto giovane, ma ha già mostrato di cosa è capace. Se sarà al meglio fisicamente, dopo l’infortunio che lo ha tenuto lontano dai campi per un po’ di tempo, potrà mostrare tutto il talento che ha dentro e fare vedere a tutti di cosa è capace”.

DEL PIERO ELOGIA ALLEGRI –  Alessandro Del Piero grande ex e bandiera della Juventus, ha parlato della finale: “Sarò a Berlino. In queste partite può succedere di tutto e può vincere chiunque. A me è capitato di perdere come  favorito e di vincere come non favorito. Il calcio è questo, e queste sono le partite che contano. La Juve che arrivò  in finale 12 anni fa e questa sono due squadre molto diverse. Entrambe le squadre hanno acquisito personalità e fiducia nei propri mezzi durante la competizione, vincendo contro squadre forti.

Pirlo e Xavi? Stiamo parlando di due  giocatori che sono nel’Olimpo del calcio.Nei loro ruoli credo siano giocatori unici nella storia, dei fenomeni. I lanci di Pirlo, la finalizzazione di Tevez Morata in attacco e una difesa solida. Se la Juventus segna il gol del vantaggio poi avrà la  possibilità di fare possesso palla. Ad inizio anno la Juve non era favorita, ma hanno raggiunto un grande traguardo con merito, dimostrando che questi obiettivi si raggiungono giorno dopo giorno. Allegri ha preso una squadra vincente ed è riuscito a migliorarla inserendo le proprie idee. Luis Enrique? Ha fatto un lavoro eccezionale, la squadra ha trovato unità garantendo ai tre attaccanti la libertà di esprimersi come vogliono. Messi è il numero 10: talento, istinto, passione e magia. Noi abbiamo la fortuna di vederlo giocare. Un pronostico? Non si può fare, è una finale è può succedere di tutto”.

FIGO FUORI DALLE LEGGENDE –  Al Barcellona non stanno vivendo una settimana di viglia Champions molto serena: dopo i malumori di Dani Alves e i dubbi sul futuro di Luis Enrique, ora è il turno di Luis Figo. La società blaugrana ha infatti decisio di escluderlo dalla lista  dei giocatori che disputeranno la partita delle vecchie glorie tra catalani e Juventus in programma prima della finale. Il motivo? La protesta dei tifosi, che si sono scatenati su Twitter, creando l’hashtag#NoAFigoEnBerlin. I supporters blaugrana non hanno infatti ancora dimenticato il tradimento del 2000, quando il portoghese si trasferì al Real Madrid. Così, il presidente Bartomeu ha deciso di ascoltare la voce dei propri tifosi, non autorizzando la Uefa a far giocare Figo con la maglia blaugrana.

E per questo super match, non poteva mancare il divertente pronostico/simulazione dei nostri amici di Gameplay Supermarket:

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.