Jackson Martinez: Alcune Curiosità Sul Nuovo Bomber Del Milan

Il nuovo rinforzo del Milan è un centravanti dalla storia molto interessante nonostante sia poco conosciuto dal grande pubblico: ecco gli aneddoti principali di mister “cha, cha, cha”.

jackson-martinez

Il primo colpo del mercato milanista è in dirittura d’arrivo. Jackson Martinez, centravanti che verrà acquistato dal Porto per ben 35 milioni di euro. Ma chi è il colombiano che proverà a riportare in alto il Milan? Proviamo a rispondere, raccontando le nove cose che devi sapere su “cha, cha, cha”.

Il soprannome

La gente lo chiama “Cha, cha, cha”. Perché? Quando si muove in area di rigore sembra un ballerino per i suoi movimenti continui e l’agilità che gli permette di smarcarsi senza troppi problemi anche dei difensori più arcigni. Ma non solo. Il soprannome è stato ereditato dal padre Orlando, calciatore non professionista che veniva chiamato “Cha, cha, cha” perché amava quel genere di musica ed esultava dopo ogni gol ballando.

Basket, bambole e Champions League

Da ragazzino Jackson Martinez voleva diventare un cestista, ma il calcio ebbe presto la meglio e la sua passione lo portò a traumatizzare le sorelle, utilizzando le teste delle loro bambole come palloni. Il sogno può grande, però, è sempre stato giocare davvero in Champions League davvero dopo essersi cimentato nella coppa più importante con la PlayStation. Con il Porto ce l’ha fatta.

Un altro affarone per il Porto

I lusitani lo hanno acquistato dai messicani del Jaguares nel 2012 per sostituire Hulk, appena ceduto allo Zenit per 40 milioni di euro. Pagato 8 milioni, dopo tre anni se ne andrà dal Portogallo per 35. Un altro affarone? Certo, se non ci fosse di mezzo Doyen…

Un’eredità mai amata

Colombiano come Falcao, è stato spesso paragonato al centravanti che lo aveva anticipato al Porto. Ma lui, anche per le ovvie caratteristiche tecnico-tattiche differenti, non ha mai amato il paragone. “Non è che considero Falcao come un mio rivale – ha detto –, anzi è un mio amico. Però ognuno ha il suo stile”. E le sue cifre. Falcao ha segnato 72 gol in 87 partite (0,82 di media a partita) al Porto, Jackson Martinez 92 in 133 (0,69).

187 gol con i club

Martinez si presenta al Milan con un ruolino di marcia invidiabile. 187 gol ufficiali in 345 partite giocate con i club. Con i Cafeteros, invece, sono 10 in 36.

La lunga gavetta

La storia del colombiano è ricca di gol, ma anche di tantissima gavetta. Cresciuto nell’Independiente di Medellin, dopo cinque anni a casa è volato in Messico per tre stagioni. E, soltanto a 26 anni, è stato scovato dal Porto. A 29 arriva in Serie A, meglio tardi che mai. E dire che tutto sarebbe potuto cambiare se fosse andato ai sudcoreani dell’Ulsan Hyundai. Aveva già firmato con loro, ma alla fine l’affare saltò in aria.

Religione, famiglia e volontariato

Jackson Martinez ha una fama da bravo ragazzo. Molto religioso, ha creato una fondazione per aiutare i bambini colombiani che vivono in condizioni disagiate. È sposato con Tatiana Caicedo, psicologa, e ha un figlio, Josué.

Quinto colombiano nella storia del Milan

Gli stranieri che hanno vestito la maglia rossonera sono parecchi, ma i colombiani sono ben pochi. Il primo fu Mario Yepes, arrivato nel 2010 dal Chievo. L’ultimo è stato Pablo Armero, con Cristian Zapata e Jherson Vergara in mezzo. Jackson Martinez sarà il quinto colombiano nella storia del Milan.

Nato sotto il segno di Zlatan

Chiudiamo con una semplice coincidenza che potrebbe diventare qualcosa di più. Jackson Martinez è nato il 3 ottobre 1986, Zlatan Ibrahimovic il 3 ottobre 1981. Nati lo stesso giorno, ma a cinque anni di distanza. Sotto il segno della Bilancia per un grande Milan?

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.