Inter: Bilancio in Rosso e Rischio Sanzioni

Erick Thohir è pronto a tornare in Italia, ma questa volta non per un viaggio di piacere: sicuramente ad attenderlo non ci sarà più Marco Fassone, ormai ex dg dei nerazzurri, che ha salutato la compagnia venerdì scorso.

SPORT-Thohir-Inter

Decisione nata dalla necessità di avere una dirigenza compatta, senza più divisione tra vecchi e nuovi. L’uomo su cui il presidente vuole puntare è Michael Bolingbroke, che è diventato responsabile anche dell’area sportiva. Venerdì prossimo, secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, ci sarà un incontro tra il presidente e tutti i vertici del club, in una riunione del Consiglio d’Amministrazione. Ma le notizie non saranno solo positive, nonostante gli eccellenti risultati sportivi fino ad ora.

BILANCIO 2014-15 IN ROSSO – Verrà infatti ratificato il bilancio dell’esercizio 2014-2015, con un passivo di circa 90 milioni di euro per i nerazzurri. Conti da sistemare dunque, un’impresa quasi più difficile di quella di rinforzare la squadra sul mercato. La qualificazione in Champions League per questa stagione è diventata un obbligo, bisogna però stare attenti anche ai vincoli dell’Uefa imposti dal Fair Play finanziario: l’obiettivo, divenuto imperativo, è quello di chiudere l’esercizio 2015-16 con non più di 30 milioni di passivo. C’è però comunque il rischio di aver sforato sul piano del monte ingaggi: la conseguenza è che si possa andare incontro al pagamento di un’altra sanzione, ovvero i primi 7 dei 14 milioni di euro messi sotto la condizionale. Thohir sta arrivando, e questa volta porterà con se la calcolatrice…

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.