CLAMOROSO Milan: Si Pensa Già Al Dopo Mihajlovic

Sinisa Mihajlovic è in bilico. Situazione calda in casa Milan, gli ultimi due pareggi contro Carpi e Verona non hanno soddisfatto né i tifosi né la società. Berlusconi ieri si è detto “deluso da Mihajlovic e dal Milan”, mentre pochi giorni fa anche Adriano Galliani non aveva pienamente confermato l’allenatore, dicendo che ‘al Milan nessuno può stare tranquillo”.

mihajlovic

PANCHINA CALDA – Mihajlovic non rischia l’esonero, almeno per adesso. Per il suo futuro saranno importanti le prossime due partite: in Coppa Italia contro la Sampdoria e in campionato contro il Frosinone, entrambe le gare in trasferta. Mihajlovic rischia in caso di risultati negativi, anche la lunga sosta di Natale favorirebbe un cambio in panchina. La società spera che Mihajlovic possa restare fino al termine della stagione, ma non ci dovranno essere crolli. Anche perché sotto contratto ci sono già Seedorf e Inzaghi. E’ comunque quasi impossibile che il serbo sarà l’allenatore del Milan anche nella prossima stagione.

I POSSIBILI SOSTITUTI – Sinisa Mihajlovic sarà esonerato solo se la situazione, anche dal punto di vista ambientale, dovesse precipitare.

In quel caso, il Milan penserebbe più a un traghettare fino al termine della stagione, per puntare su un grosso nome per la panchina in giugno. Il sogno di Galliani è sempre lo stesso: Antonio Conte. E’ un nome apprezzatissimo in società, macon tante, forse troppe, difficoltà. Perché Conte lo vogliono tutti: dalla Nazionale, che spera di tenerlo fino al Mondiale, a Roma e Juve in Italia, dal Chelsea al PSG all’estero. Per convincere non solo Conte, ma anche un altro allenatore di alto livello, serve un progetto importante che preveda investimenti per migliorare la rosa. Per l’immediato, la soluzione più semplice porta a Christian Brocchi, allenatore del Milan Primavera. Una via di mezzo è rappresentata da Cesare Prandelli, che non è un traghettatore ma un allenatore con cui iniziare un nuovo progetto. Anche a stagione in corso. Il pensiero c’è, un contatto c’è stato, ma al momento non ci sono segnali concreti in questa direzione.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.