Calciomercato Juventus: Si Guarda Al Futuro (Possibilmente Made in Italy)

E’ sempre tempo di programmazione in casa juventina. I bianconeri lavorano su quattro piste, sguardo rivolto costantemente al futuro.

marotta juventus

Caccia aperta. Da quando Beppe Marotta e Fabio Paratici hanno assunto il controllo dell’area sportiva della Juventus, la politica sui giovani in corso Galileo Ferraris ha consolidato una svolta non indifferente. I bianconeri cercano di assicurarsi i migliori talenti nostrani (e non solo); sostenendo incessantemente il made in Italy. Si può chiamare programmazione, si può chiamare lungimiranza. Il concetto di base non cambia: la Vecchia Signora – in Italia – sulla linea verde è avanti anni luce. Non è un caso, infatti, che i torinesi in queste settimane abbiano deciso di prendere il prendibile. Impostando operazioni a breve e lungo termine.

ROLANDO MANDRAGORA  


Trattativa in dirittura d’arrivo con il Genoa. Madama, dopo aver trovato un’intesa quinquennale con il 18enne centrocampista di Scampia, sta lavorando per definire l’intero quadro. L’affare, tra parte fissa e bonus, dovrebbe chiudersi complessivamente per una cifra inferiore ai 10 milioni.

Massima rapidità d’azione e voglia di superare la concorrenza estera capitanata dal Chelsea. Il resto spetterà al Pescara, club in cui il mediano partenopeo rimarrà in prestito fino a giugno e, nello specifico, alla bravura di Massimo Oddo. Il tecnico degli abruzzesi, munito di idee innovative e intriganti, è riuscito nella prima parte di stagione a valorizzare totalmente le potenzialità di un prospetto che, facendo i giusti passi, imiterà il cammino di Stefano Sturaro. La Juventus si sta assicurando una promessa cristallina. Il Genoa, dopo la cessione del sanremese proprio a Marotta, si appresta ad ottenere un’importante liquidità.

STEFANO SENSI

sensi cesena milan genoa


E’ l’uomo del momento. Il mediano di proprietà del Cesena, corteggiato serratamente nelle ultime settimane dal Palermo, è finito prepotentemente nel mirino del Sassuolo. Ecco, dunque, che l’accostamento con la Juventus nasce spontaneo. Bianconeri e neroverdi, si sa, detengono splendidi rapporti. Un’eventuale offensiva degli emiliani per il talento dei romagnoli, quindi, andrebbe letta ad ampio raggio. La Juventus, sorniona, ha deciso di accendere i propri fari anche su questa pista. Le priorità, tuttavia, rimangono altre. Per centrare la missione, a grandi linee, potrebbero bastare 8 milioni. Cifra, sicuramente, non modica per un profilo di 20 anni alle prese con la sua prima stagione da protagonista. Marotta e Paratici stanno valutando se spalleggiare il Sassuolo nell’operazione. Magari proponendo qualche proprio tesserato al Cesena per ridurre sensibilmente i costi.

GIOVANI LO CELSO


Il talento offensivo del Rosario Central, classe 1996, è un pensiero sempre vivo in casa juventina. Anche in questo caso, per non interrompere le buone abitudini, i bianconeri hanno deciso di provare a concretizzare tale pista avvalendosi del contributo del Sassuolo. Idea pronta a decollare per la prossima stagione: trasferimento in neroverde e, successivamente, canale preferenziale targato Marotta. Trattativa da 10 milioni; portata avanti dal direttore dell’Area Tecnica degli emiliani, Guido Angelozzi, pronto ad incontrare gli intermediari che stanno seguendo l’affare. La concorrenza estera non manca: Chelsea e Atletico Madrid. Ma Juventus e Sassuolo hanno costruito un bel vantaggio e, nei prossimi giorni, l’asse italiano tenterà di affondare definitivamente il colpo.


KAAN KAIRINEN

kairinen


Altro giro, altro centrocampista di belle prospettive. Il 17enne finlandese di proprietà dell’Inter Turku, sbarcato nelle scorse settimane a Vinovo per sostenere un periodo di prova con la Primavera allenata guidata da Fabio Grosso, ha pienamente convinto gli osservatori bianconeri. Dotato di ottima visione di gioco, tecnica eccelsa e piedi educati, nell’immediato darebbe una grossa mano a una formazione che, ultimamente, ha capito di poter seriamente puntare al titolo di categoria. C’è un buco da colmare, ovvero, l’infortunio di Simone Muratore. E, in attesa di trovare l’intesa per Kairinen, i bianconeri stanno tesserando il senegalese Franck Kanoute. Anch’esso mediano, classe 1998, con un passato nel Pietrasanta allenato Cristiano Zanetti.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.